CREMAZIONE

CREMAZIONE MILANO

Agenzia di Pompe Funebri per Funerali e Cremazioni

- “Coloro che amiamo e che abbiamo perduto non sono più dove erano, ma sono ovunque noi siamo.” - (Agostino D'Ippona)

Perdere uno dei propri cari è sempre un'esperienza terribile.

Non si ha neanche il tempo di elaborare la morte del defunto che bisogna subito predisporre pratiche e prendere decisioni su come e dove porre i resti del caro deceduto. Molti in tutta Italia, ma soprattutto a Milano, scelgono la via della cremazione per i propri defunti.

Una delle più conosciute e professionali è l'impresa funebre Roma, che abilita tutti i suoi servizi a Milano e tutta la regione Lombardia.

Vediamo insieme tutto quello che si deve sapere sulla cremazione a Milano e perché questa professionale impresa funebre è la migliore scelta che possiamo fare.

Cosa è la cremazione: Descrizione e curiosità sulla pratica

Per poter compiere correttamente una cremazione, bisogna predisporre la bara in legno con all'interno la salma nel forno crematorio. Nel forno, attraverso la combustione e la disidratazione, il corpo e la bara verranno consumate e ridotte in cenere che poi verranno raccolte in speciali urne.

Anche se molti scelgono di avvalersi di questa pratica, sono di più coloro che sono contrari per motivi religiosi o sentimentali. Al riguardo la chiesa cattolica non si è espressa in modo duro, permettendo ai fedeli di cremare i propri cari predisponendoli però nei cimiteri dopo aver completato l'operazione. Non è quindi possibile tenere le ceneri del defunto in casa ed è assolutamente impensabile disperderle in qualsivoglia posto naturale o privato. È però già di consuetudine per i cattolici seppellire il corpo dei propri cari intero, legati molto all'idea di non dover deturpare o alterare in alcun modo il corpo del defunto.

Inoltre non si può predisporre una funzione religiosa con l'urna, ma solo con la salma ancora integra, predisposta nel cofano scelto dai parenti.

Si è parlato anche di scandali dove le agenzie funebri, per guadagnare di più risparmiando sul funzionamento dei forni, procedevano ad una vera e propria cremazione di gruppo. Accumulavano così corpi diversi insieme e dopo averli bruciati raccoglievano le ceneri miste dei corpi inserendole a caso nelle urne da riconsegnare alle famiglie.

Questi episodi hanno lasciato tante famiglie sconvolte, con il grande dubbio di non sapere se le ceneri che custodiscono siano davvero della loro persona cara defunta.

Sono notizie come queste che ci inducono a fidarci solo e unicamente di agenzie funebri serie e professionali, che in alcun modo potrebbero perpetrare un'azione così vile e vergognosa.

Un altro fattore da considerare è la questione del grande problema ambientale che la cremazione ha sollevato. La problematica è diventata sempre più presente in questi tempi in cui tale pratica è andata ad espandersi in modo esponenziale.

La questione si è fatta più seria dopo i recenti studi che hanno affermato la grande quantità di fumi nocivi che la cremazione immette nell'aria: in una sola cremazione vengono immesse nell'ambiente all'incirca 200kg di anidride carbonica. Per questo in molti hanno paragonato i forni crematori a dei veri e propri inceneritori.

Per far fronte al problema ambientale si sta sperimentando un nuovo metodo di cremazione che utilizza l'azoto liquido per ghiacciare la salma e poi ridurla in piccoli pezzi, chiamata per questo cremazione a freddo.

Quest'ultima avrebbe quindi la stessa funzione di quella tradizionale, con la sola differenza che i fumi inquinanti rilasciati nell'ambiente sarebbero pari a zero!

Qualsiasi tipo di cremazione scegliamo di mettere in atto, dopo averla eseguita sarà possibile scegliere dove riporre le ceneri del proprio defunto. In genere si mette in atto una tumulazione, affido delle ceneri o dispersione delle ceneri.


Cosa fare dopo la cremazione?

Tutte le opzioni che si possono prendere in considerazione.

Nella maggior parte dei casi le ceneri ottenute dalla cremazione vengono tumulate all'interno dei cimiteri potendo scegliere materiali e composizioni della sepoltura.

In particolare, si può scegliere di mettere le ceneri in:

  • cinerari;
  • cellette cinerari;
  • tombe.

L'impresa Funebre Roma di Milano si occuperà della tumulazione del feretro presso la sede cimiteriale prescelta preoccupandosi di risolvere incombenze di carattere burocratico inerente al servizio funebre sia su territorio nazionale che internazionale.

Si potrà inoltre scegliere costruzioni e abbellimento della deposizione nel cimitero se si decide di mettere in atto una tumulazione delle ceneri.

Dopo aver eseguito la cremazione della salma del defunto, è possibile optare anche per altre due diverse opzioni oltre a quella di conservare le ceneri nel cimitero. Si può infatti scegliere di disperdere le ceneri del defunto oppure di custodirle nella propria abitazione.



Cremazione e dispersione delle ceneri:

La dispersione delle ceneri può essere effettuata su previo consenso del defunto. Quest'ultimo può esprimere il suo desiderio per via scritta su un documento testamentario o l'iscrizione in vita ad un'associazione regolarmente riconosciuta dalla legge che abbia lo scopo di raccogliere le richieste di cremazione e che si occupi della successiva dispersione delle ceneri.

Per procedere alla richiesta occorrerà ottenere e compilare il modulo regionale e la copia della carta d'identità di colui che richiede la disperazione delle ceneri. È possibile disperdere le ceneri in un'area privata, purché sia fuori dai centri abitati.

Si può anche optare di disperdere le ceneri in natura (in un lago, in un fiume o nel mare).

Una buona opzione sarebbe anche quella di scegliere di disperdere le ceneri nel "giardino delle rimembranze", un luogo naturale presente nel cimitero di Lambrate a Milano e vicino ai crematori, predisposto proprio a questo utilizzo.

In questo parco pieno di verde e fiori sarà possibile spargere le ceneri dei propri cari nell'erba, circondati dalla serenità e dalla tranquillità della natura.

Dato il grande incremento di questa pratica, è sempre a Milano nel cimitero Maggiore, che si sta realizzando il "boschetto del ricordo" che avrà un ruolo analogo a quello svolto dal giardino presente nel cimitero di Lambrate.

Nel caso il defunto non abbia prestabilito una preferenza, o comunque non fosse in grado di intendere e di volere, saranno i parenti più prossimi a poter decidere se procedere alla cremazione.


Cremazione e affido delle ceneri:

Se si vuole custodire le ceneri del defunto nella propria abitazione, sarà necessario formulare una esplicita richiesta al comune di residenza del parente che vuole custodire le ceneri.

Colui che può procedere a questa richiesta deve essere sempre il parente più prossimo, o comunque deve avere il consenso dei parenti di grado più vicino.

L'urna in cui verranno conservate le ceneri verrà chiusa con uno speciale sigillo identificativo che porta su di sé i dati più importanti sul defunto e sulla locazione e che non dovrà mai essere infranto.

Colui che si fa carico delle ceneri dovrà inoltre comunicare il suo trasferimento in altra dimora se si effettua un trasferimento di residenza.

Per conservare le ceneri presso un'abitazione, l'impresa funebre Roma di Milano mette a disposizione diverse e numerose urne cinerarie.

Si può scegliere fra una grande quantità di forme, colori e materiali divise in fasce di prezzo adatte ad ogni tipo di esigenza e contraddistinte da un rapporto qualità prezzo sorprendente.

Costo della cremazione: I dati riconducibili al comune di Milano

Ogni anno sono sempre di più gli italiani che scelgono la cremazione, in particolare a Milano sono più del 50% delle persone a sceglierla.

L'ampia percentuale di milanesi che prende questa decisione deriva anche dalla grande quantità di ditte funebri della regione Lombardia che posseggono forni crematori atti a garantire questo servizio.

Anche con la grande presenza di ditte di questo genere, quanto può costare una cremazione a Milano?

Per rispondere a questa domanda basta analizzare i costi medi che bisogna affrontare per ogni elemento o servizio che si va ad effettuare per ottenere la cremazione in questa città.

Le tariffe delle cremazioni riconducibili al 2020 per Milano sono:

  • Costo della cremazione: intorno ai 275 €;
  • Costo della bara per la cremazione: intorno ai 1000 €;
  • Costo istruttorio pratica amministrativa: intorno ai 35 €;
  • Costo dell'affidamento delle ceneri: intorno ai 30 €;
  • Costo rito interno al cimitero: intorno ai 80€;
  • Costo della dispersioni delle ceneri del defunto(in un luogo privato o in natura, ma comunque in un luogo esterno al cimitero): intorno ai 30 €.

A questi costi bisogna aggiungere le tariffe medie per il servizio funebre a cui ci si è affidati che di solito comprende:

  • consegna della bara completa di ogni elemento al luogo di partenza del servizio richiesto;
  • spostamento e posizionamento della salma nel cofano e la sua conseguente chiusura;
  • trasporto del feretro nel luogo prestabilito per le consuete esequie;
  • trasporto del feretro nel cimitero prestabilito o nel crematorio scelto.

Tutti questi servizi eseguiti da un'impresa funebre a Milano vengono a costare mediamente intorno ai 1400€.

L'impresa funebre Roma di Milano si occupa del prelievo e della sistemazione della salma in modo impeccabile grazie al suo personale idoneo e professionale.

I fiori che andranno a adornare il defunto e le sale di commiato potranno essere scelti tra una grande varietà, diversificati da forma e colore.

L'impresa sarà in grado di soddisfare ogni tipo di richiesta, grazie ai fioristi di altissima competenza, in grado di comporre qualsiasi confezione floreale.

Oltre ad offrire tutti i servizi sopra elencati, l'impresa funebre Roma dà la possibilità di eseguire le ultime esequie nella "casa funeraria Roma", nata per accogliere tutti coloro che vogliono commemorare il deceduto in un ambiente tranquillo, confortevole e riservato.

La struttura dispone di ben cinque appartamenti, dotati tutti di camere ardenti in cui è possibile seguire il defunto fino al momento dell'ultimo saluto.

Sono anche presenti una sala per il commiato e un parcheggio privato, tutto al servizio di coloro che vogliono dare l'ultimo saluto al defunto e le condoglianze ai parenti più prossimi.


Dopo aver ottenuto l'autorizzazione alla cremazione, sarà indispensabile ottenere anche l'autorizzazione allo spostamento delle ceneri rilasciato sempre dal comune dove è avvenuta la morte.

Dopo l'esecuzione della cremazione della salma, è possibile ritirare le ceneri anche dopo qualche ora o nel giorno seguente.

Sono autorizzati al ritiro sia i parenti più prossimi, sia la ditta funebre a cui ci si è affidati, che si occuperà di ritirarle e poi di consegnarle nelle mani dei parenti o alla destinazione prescelta da quest'ultimi.

Il Consenso alla cremazione può essere espresso iscrivendosi ad un'associazione che si occupa di cremazione, mettendolo per iscritto o esponendo il proprio desiderio in forma verbale ai propri parenti o persone care.

Dopo aver accolto la richiesta, alla sua morte è il parente più prossimo a doverla porgere per poter ottenere l'autorizzazione alla cremazione rilasciata dal comune dove è avvenuto il decesso.

In ordine di importanza, i parenti che possono richiedere l'autorizzazione sono:

    1. il coniuge vivente (anche se legalmente separato);
    2. il genitore o i genitori se viventi e se il defunto non è coniugato;
    3. i figli del defunto (oppure la sua maggioranza nel caso fossero più di due e in disaccordo);
    4. fratelli o sorelle, sia di sangue che collaterali (Nel caso fossero più di due e in disaccordo sarà la maggioranza a decidere);
    5. I nipoti, ma solo coloro che sono figli dei figli del defunto e solo in assenza dei parenti sopra indicati (nel caso fossero più di due si seguirà la decisione della maggioranza);
    6. I cugini e le cugine (solo in assenza di tutti gli altri parenti più prossimi).

Non possono richiedere l'autorizzazione, in quanto non considerati parenti più prossimi, coloro che provengono da un grado di discendenza superiore al secondo, e coloro che provengono da un grado di discendenza collaterale oltre il quarto.

Se fra le opzioni che abbiamo scegliamo di attuare la cremazione, è bene sapere come fare e chi può presentare la richiesta per l'autorizzazione dopo aver ricevuto il consenso alla cremazione dal caro defunto.

La cremazione, dati i termini di spazio, risulta essere la migliore opzione per evitare il sovraffollamento delle lapidi nei cimiteri.

Grazie alle loro piccole dimensioni, consente di poter deporre molte urne in uno spazio molto più ridotto.

Per tale motivo in questi anni non si applica solo la cremazione di salme indecomposte, ma è anche possibile effettuare l'estumulazione da Colombaro, ovvero la riesumazione della salma per poter effettuare una cremazione su di essa.

Dopo aver predisposto la cremazione del corpo riesumato, verrà messo in una urna e sarà possibile procedere con la sua tumulazione, affidamento delle ceneri o dispersione delle ceneri.

Nel caso in cui non ci siano parenti prossimi in grado di decidere il suo posizionamento o comunque che non vogliano procedere con l'affidamento delle ceneri, l'urna verrà tumulata nel cimitero di provenienza.

Anche in questa operazione gioca un ruolo fondamentale la scelta di impianti di cremazione pubblici o privati.

La prima assolve sicuramente al suo scopo, tuttavia non offre tutti i servizi che una ditta funebre privata può garantire.

La maggior parte delle agenzie funebri infatti, fra cui l'impresa funebre Roma di Milano, non solo si occupa della corretta cremazione del corpo del defunto, ma anche del trasporto funebre delle ceneri.

Segue passo per passo la collocazione del vostro caro, dal punto di partenza fino al forno crematorio e alla sua corretta immissione nell'urna scelta dai parenti.

Inoltre, la cremazione pubblica si occupa principalmente della cremazione dei cittadini residenti, così come la maggior parte delle agenzie funebri presenti sul territorio Lombardia.

A porsi a contrasto con questo andamento è invece l'agenzia funebre Roma che non solo si occupa del territorio milanese e della Lombardia, ma anche della cremazione dei cittadini non residenti, occupandosi in modo professionale di tutta l'operazione, anche a livello burocratico.

Subire un lutto è uno dei momenti più delicati della vita di un essere umano.

Ogni azione e scelta che facciamo in questo delicato momento rappresenteranno il nostro ultimo omaggio al nostro caro defunto.

Perciò è meglio affidarsi a un'impresa funebre in grado di aiutarci in ogni aspetto in questo momento triste e che sia in grado di offrire l'ultimo saluto perfetto ai nostri amati defunti.

ASSISTENZA E REPERIBILITÀ 24H - 7 giorni su 7 - 365 GIORNI ALL'ANNO