PASSAPORTO MORTUARIO

PASSAPORTO MORTUARIO A MILANO

A Milano, l’Impresa Funebre Roma è una società specializzata nella realizzazione di trasferimenti della salma in Italia e all’estero occupandosi anche dell’ottenimento del Passaporto Mortuario.

Se la salma deve essere trasportata all’estero è necessario disporre del Passaporto Mortuario che viene rilasciato dal Sindaco.

Infatti, per trasportare una persona defunta all'estero o rimpatriarla è necessario disporre dell’autorizzazione all’estradizione della salma, che si ottiene mediante l’ottenimento del Passaporto Mortuario.

Procedura e documenti per il trasporto funebre verso e dall’estero

Organizzare il rimpatrio della salma di un proprio caro deceduto all'estero o di un cittadino extracomunitario deceduto nel nostro paese non è un compito facile per un'agenzia funebre qualsiasi, non specializzata in queste procedure.

Affidarsi alle persone sbagliate non comporta solamente un allungarsi dei tempi di rientro ed uno spreco di denaro inutile, ma anche la possibilità di incorrere in pesanti sanzioni di tipo penale.

Infatti, nel caso in cui ci trovassimo difronte ad un evento di questo tipo è necessario per prima cosa che i familiari diano comunicazione immediata al Consolato Generale o all'Ambasciata Italiana al fine di ottenere il nulla osta al rimpatrio della salma.
Le Rappresentanze diplomatico-consolari forniscono assistenza in caso di rimpatrio di salme di cittadini italiani deceduti all’estero.

I moduli per la richiesta del passaporto sono disponibili presso l’Ufficio di Stato Civile o le imprese di onoranze pubbliche.
I documenti da presentare cambiano in base a due situazioni: se il trasporto è diretto in Paesi aderenti alla Convenzione di Berlino del 10 Febbraio 1937 i documenti da presentare sono, in particolare:

  • Domanda al Sindaco del Comune;
  • Certificato dell’Azienda USL che attesta che il feretro è conforme alle leggi sanitarie vigenti e non ha contratto malattie;
  • Certificato dell’Ufficio Anatomia Patologica che attesti il trattamento antiputrefattivo, per il trasporto della salma fuori dal territorio della Provincia nel periodo estivo (dal 1 Aprile al 31 Ottobre);
  • 2 estratti di morte rilasciati dallo Stato civile;
  • Autorizzazione all’espatrio rilasciata dallo Stato civile.

Se il trasporto è diretto in Paesi non aderenti alla predetta Convenzione di Berlino la documentazione da predisporre è la seguente:

  • Istanza (in bollo) al Sindaco del Comune dove è avvenuto il decesso;
  • Permesso di seppellimento rilasciato dal Comune in cui è avvenuto il decesso;
  • Estratto dell’atto di morte;
  • Certificato dell’Azienda Sanitaria Locale attestante che la salma è stata sottoposta a trattamento antiputrefattivo, che l’incassatura della salma è stata effettuata a norma di legge e che il decesso non è avvenuto per malattia infettiva;
  • Nulla osta all’ingresso della salma nel paese estero di destinazione, rilasciato dall’Autorità consolare straniera in Italia su istanza dei parenti del defunto o di persona o ditta da essi incaricata;
  • Passaporto mortuario;
  • Comunicazione di rilascio del passaporto alla Prefettura di frontiera attraverso cui il feretro esce dal territorio nazionale.

Il passaporto mortuario viene rilasciato dal Sindaco del Comune dove è avvenuto il decesso su istanza:

  • Di uno dei congiunti del defunto;
  • Del convivente del defunto;
  • Del delegato dei congiunti/del convivente del defunto;
  • Di una persona informata della morte.

Quanto costa organizzare il rimpatrio della salma?

Il Rimpatrio di una salma non costa comunque mai meno di 3000€ incluso servizio di documentazione, trasporto aereo della salma, feretro, e assistenza.
Abbiamo offerte e trattamenti economicamente vantaggiosi per enti ambasciate, consolati e società che operano all'estero.

Quanto tempo serve per il rimpatrio di un defunto?

Un rimpatrio salma richiede un tempo di 5 - 9 giorni lavorativi qualora non ci siano problemi particolari, ed il decesso sia avvenuto per cause naturali e non delittuose, nel caso in cui la salma sia sottoposta a sequestro degli organi competenti, le procedure di rimpatrio potrebbero allungarsi ulteriormente.

Trasporto internazionale defunti

Svolgiamo il servizio di trasporti funebri internazionali rispettando il D.P.R. n. 285/1990 regolato da accordi internazionali tra Stati.
Gli Stati che hanno ratificato la Convenzione di Berlino concernente il trasporto delle salme sono: Austria, Belgio, Egitto, Francia, Germania, Italia, Messico, Portogallo, Repubblica Ceca, Repubblica Democratica del Congo, Romania, Slovacchia, Svizzera e Turchia.

Mettiamo a vostra disposizione una flotta di auto funebri moderne ed eleganti, adeguatamente attrezzate per il trasporto della salma dal luogo di decesso alla destinazione preferita, sia sul territorio nazionale che estero. Contattateci e rimarrete soddisfatti!.

Conclusioni

Per il trasporto all’estero delle salme, dei resti mortali o delle ceneri sia di residenti a Milano sia di persone decedute a Milano anche se non residenti, è necessario il disporre di un passaporto mortuario. L’autorizzazione può essere richiesta contestualmente alla presentazione della denuncia della morte o successivamente.


ASSISTENZA E REPERIBILITÀ 24H - 7 giorni su 7 - 365 GIORNI ALL'ANNO